MFSD
Risoluzione Stragiudiziale delle Controversie in materia di Proprietà Industriale
MFSD on You Tube
MFSD on Facebook
en_UK
19 Aprile 2019
Navigazione
Indietro / Prev
Aggiornamenti
Beni Immateriali Digitali: Valore + Uso. Chatham House Rule
Milano, 31 agosto 2018. App, siti, domini, Internet delle cose, sistemi intelligenti, reti o software neurali, account social media, keywords, sono solo alcuni beni immateriali, nati dal mondo digitale per il mondo reale, dotati di caratteristiche tecniche e funzioni commerciali, mutevoli e comunque diverse dai tradizionali beni immateriali. Questi i temi che verranno trattati al seminario formativo organizzato da MFSD a Milano il prossimo venerdì 5 ottobre 2018 dalle 9 alle 13. Una formula innovativa ma già sperimentata con successo all'estero e in Italia. Relatori competenti, che coniugano l'approfondimento scientifico con l'approccio pratico-professionale. Il tutto nello stimolante spazio innovativo tecnologico di Copernico Centrale (www.coperni.co), 15.000 mq di spazi condivisi, uffici, per imprese, professionisti e start up, giardino, palestra e bar.

 
Apri
Domini: la 'santabarbara' delle procedure di riassegnazione

Milano, 5 gennaio 2018. L'articolo "Nomi a dominio: polveri bagnate” delle procedure di riassegnazione ?", pubblicato nell’ottobre 2017 sulla Rivista dell'Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale, a firma di Alessio Canova (allegato qui sotto), offre l’occasione per chiarire se e in che misura le decisioni nelle dispute dei domini si siano evolute ed il contenuto degli obblighi e delle facoltà dei prestatori dei servizi di risoluzione extragiudiziale delle dispute sui domini (PSRD).

Apri
MFSD alla III Fashioning the Law Conference in Atene
Milano, 11 ottobre 2017. Nel XXI secolo la moda ha raggiunto lo status di un'industria veramente globale e, senza dubbio, è diventata una forza culturale. Nonostante l'importanza economica e culturale del settore della moda, il settore della consulenza legale e d'affari è stata inizialmente lento nello sviluppare strumenti e modalità specifiche per servire la clientela del settore moda. Oggi, tuttavia, con l'arrivo e la rapida crescita della disciplina emergente del Diritto e dell'Economia della Moda, tale settore è emerso come un campo di consulenza riconosciuto e specializzato, e tale divario si sta ora colmando.

Scopo della Conferenza 'Fashioning the Law - Design - Protect - Trade - Mediate', che si terrà ad Atene il 14 ottobre 2017, è affrontare le sfide uniche introdotte dall'Industria della Moda nel mondo della consulenza ed esaminare il quadro normativo e aziendale applicabile, adottando un approccio legale e industriale.

La Conferenza è strutturata per attirare imprese e individui coinvolti nel settore della moda e del lusso, compresi (ma non limitati) i designer, i brand e i responsabili di marketing, i responsabili della privacy, i blogger di moda e di lusso, i distributori, e gli avvocati.

L'evento tratterà concetti rilevanti di proprietà intellettuale, e-commerce, gestione del brand, protezione dei dati, strategia aziendale, sviluppo prodotto, project finance, media e pubblicità, marketing digitale, vendite commerciali, immobiliare, occupazione, acquisti e merchandising, commercio internazionale e le dogane.

Tra i relatori anche Pierfrancesco C. Fasano, Mediation Case Manager e Responsabile Scientifico dell'Oragnismo di Mediaione e dell'Ente di Formazione di MFSD, che parlerà di 'Amministrare una controversia in materia di proprietà intellettuale; la visione di un Organismo di Mediazione specializzato; procedura, tempi, costi e casi'. Sito: http://www.flbc.gr. Allegato il programma in lingua greca, è garantita la traduzione simultanea.

Apri
Centro Mediazione EUIPO. MFSD nel Focus Group.
Milano, 8 settembre 2017. L'Ufficio Europeo per la Proprietà Intellettuale (EUIPO), responsabile per la registrazione dei marchi e dei disegni europei, dopo aver sperimentato presso la Commissione d'Appello dei ricorsi in sede di opposizione la mediazione, intende verificare la fattibilità dell'istituzione di un Centro di Mediazione sulla base del nuovo Regolamento. A seguito della Survey lanciata in giugno, EUIPO ha selezionato e invitato MFSD quale membro di un Focus Group per contribuire e condividere la propria esperienza come Centro di Mediazione autorizzato dal Ministero della Giustizia italiano. 

Apri
ADR in IP. Convegno Ordine Consulenti in PI. MI 4 ottobre 2017
Milano, 13 settembre 2017. Alternative Dispute Resolution in IP è questo il titolo del convegno organizzato a Milano il 4 ottobre prossimo dall'Ordine dei Consulenti in Proprietà Indutrsiale. I relatori provengono dall'istituzioni, quali il Centro di Mediazione e Arbitrato presso l'Organizzazione della Proprità Intellttuale a Ginevra (OMPI-WIPO), l'Ufficio Europeo per la Proprietà Intellettuale in Alicante, che sta studiando l'istituzione di un Centro di Mediazione.

Apri
Domini: diritto e pratica - Corso 7 aprile 2017. Ultimi posti.
Milano, 10 gennaio 2017. Ad oltre 30 anni dalla registrazione dei primi nomi a dominio, questi ultimi sono e restano poco o nulla conosciuti dai professionisti del diritto (avvocati e consulenti in proprietà industriale). Nel pieno della quarta rivoluzione industriale, la conoscenza del nome a dominio, inteso come strumento informatico e segno distintivo, assume la valenza di aggiornamento formativo professionale rilevante, se all’elaborazione teorica si coniuga la prassi applicativa e le esercitazioni pratiche

Apri
La nuova tutela dei marchi della moda in Internet. Corso.
Milano, 19 gennaio 2016. Lo scorso 16 dicembre l'ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers - ente di governo mondiale di Internet) ha incaricato MFSD quale ente, primo in Europa, a gestire le procedure d'urgenza nelle dispute sui nuovi domini generici (ad es. .club, .shoes, .website, .style, .vip, ecc.).

Qui il comunicato: https://www.icann.org/news/announcement-2-2015-12-16-en

La URS (Uniform Rapid Suspension System) è una procedura creata per fornire ai titolari di un marchio un meccanismo di tutela dei diritti rapido ed a basso costo, utile nei casi più eclatanti di illecita registrazione o accaparramento di tali domini (cybersquatting).  

Con tale occasione MFSD inaugura un ciclo di incontri formativi, dalla formula agile (sullo stile degli Educational Coffee Hours) e dal taglio settoriale pratico e intensivo, dedicati ai nuovi e in costante evoluzione mezzi di tutela dei marchi e dei domini nella Rete.

Il primo incontro avrà ad oggetto: '.fashion, .moda, .luxury, .boutique, .clothing - La nuova tutela dei marchi della moda in Internet'.

Destinatari: in-house del dipartimento legale/IP delle imprese della moda e accessori, consulenti in proprietà industriale (sezione marchi) ed avvocati che svolgono attività di consulenza per le imprese della moda e accessori.

Data: Venerdì 29/01/2016 dalle ore 14 alle ore 15.
Luogo: Via Montenapoleone 8 - Milano (MM3 Montenapoleone) presso Segretaria 24 Srl Business Center
Numero dei partecipanti: 15
Costo di partecipazione: Euro 24,40, IVA compresa.
Metodo di pagamento: bonifico bancario a seguito della conferma dell'iscrizione ed entro la data dell'evento alle seguenti coordinate bancarie: beneficiario: MFSD srl, banca: Credito Valtellinese - Agenzia n. 14 Milano, IBAN: IT02F0521601619000000003669, BIC SWIFT: BPCVIT2S
Metodo di iscrizione: inviare e-mail entro e non oltre il 22 gennaio 2015 all'indirizzo responsabile@mfsd.it, specificando nome, cognome, nome della società e ruolo ricoperto oppure nome dello studio, eventuale appartenenza all'Ordine degli avvocati o dei consulenti in proprietà industriale

Relatori:
Pierfrancesco C. Fasano - Responsabile dell'Organismo di Mediazione e Responsabile Scientifico dell'Ente di Formazione
Stefano Monguzzi - Responsabile della Procedura di Riassegnazione dei Domini .it
Ivett Paulovics - Responsabile della Procedura di Sospensione Urgente dei Nuovi Domini Generici

Programma: l'assegnazione dei domini della moda e il rapporto con i marchi celebri, come depositare un reclamo, una replica, visione della piattaforma di MFSD, tempi e costi dell'URS, UDRP e URS a confronto, il rapporto con la mediazione, case study di marchi celebri, domande e risposte. 

Verrà rilasciato un attestato di partecipazione. L'evento, ove accreditato dall'Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale, potrà essere valido ai fini della formazione continua, e sarà altresì valido ai fini dell'aggiornamento dei mediatori.

Link di interesse:
Sito di MFSD dedicato alle procedure URS: https://urs.mfsd.it
Sito ICANN relativo alla URS: http://newgtlds.icann.org/en/applicants/urs

Apri
MFSD è Centro ICANN di risoluzione rapida dispute domini
Milano, 16 dicembre 2015. ICANN ha annunciato oggi di aver firmato un Memorandum of Understanding con MFSD accreditando MFSD come nuovo Centro di Risoluzione Rapida delle controversie sui nuovi domini generici (cosidetti new generic Top Level Domains). L'Uniform Rapid Suspensione (URS) è un meccanismo di tutela dei diritti che facilita la rapida sospensione dei nomi a dominio in casi di evidenti violazione del marchio: essa è destinata a integrare l'Uniform Dispute Resolution Policy (UDRP), e cioé la procedura di riassegnazione sui domini generici classici (es. com, .net, etc.), offrendo un costo più basso, e quindi una via più breve alla risoluzione stragiudiziale della controversia nei casi evidenti di contraffazione.   

Apri
Nutrire il mondo, tutelare la qualità: convegno a Milano
Milano, 18 maggio 2015. Nutrire il mondo, tutelare la qualità. Marchi individuali e collettivi e denominazioni d'origine per un agroalimentare di qualità nel mondo globalizzato. Convegno organizzato da AIPPI Italia e Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale, con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, della Commissione Europea, del Comune di Milano, della Regione Lombardia. Milano, 20 e 21 maggio 2015, Sala Biagi, Palazzo Lombardia, Via Melchiorre Gioia 37. MFSD ha promosso la IV sessione 'Internet e la tutela dei segni geografici', 21 maggio, dalle ore 9:45. Ingresso gratuito, previa registrazione. Evento accreditato dall'Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale e dall'Ordine degli Avvocati. Nella foto, da sinistra a destra, Maciej Tomaszewski (Policy officer – International, Internet Governance Task Force, DG Connect Unit 1), Maura Gambassi (Dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico), Rita Rossi (Responsabile Ufficio Legale del Registro .it) e Pierfrancesco C. Fasano (Responsabile dell'Organismo di Mediazione di MFSD)

Apri
1 reclamo per 1000 domini anche sul .it ?
Milano, 10 marzo 2015. Sempre più frequentemente i cybersquatters prendono di mira i grandi marchi, registrando domini che hanno nomi simili o contengono al loro interno il cuore stesso del marchio, con evidente danno commerciale o semplicemente di immagine per il Brand.

Ciò induce tutti i soggetti che tale marchio devono tutelare ad alzare ogni giorno il livello di azione e di contrasto, con attività di monitoraggio e prevenzione che mirano ad impedire sul nascere ogni tentativo di utilizzo da parte di terzi non autorizzati.

Frutto di tale attività è una recentissima decisione Wipo (Case No. D2014-2015), che ha riassegnato ad ebay, società di shopping ed aste on line nota a livello mondiale, più di mille nomi a dominio registrati sotto i top level domains .net e .com, contenenti il marchio ebay seguito da tre numeri, registrati da due soggetti di nazionalità cinese, con il comune intento di utilizzarli a scopi commerciali senza l’autorizzazione del legittimo proprietario del marchio.

La reclamante ha richiesto che le contestazioni per nomi di dominio detenuti da due diversi registranti, fossero trattate congiuntamente in un reclamo unico, ai sensi dell’art. 10 lett.e delle regole UDRP (A Panel shall decide a request by a Party to consolidate multiple domain name disputes in accordance with the Policy and these Rules).

E’ una norma generica, che parla in generale della possibilità di trattare congiuntamente più procedure introdotte dallo stesso reclamante.

In ossequio agli orientamenti comuni degli esperti WIPO sulle principali questioni procedurali e sostanziali, può essere proposto un singolo reclamo contro diversi registranti quando i nomi di dominio o siti web sono sottoposte ad comune controllo, e la comune trattazione  appare  giusta ed equa per tutte le parti.

Nel caso in questione la reclamante ha fornito prove che hanno dimostrato come i registranti avessero la stessa entità o quantomeno agissero in concerto con un disegno comune o sotto controllo comune.

Il Registrar era la stesso per tutti i nomi di dominio, vi erano sono somiglianze degli  indirizzi e-mail dei registranti, i server dei nomi di dominio erano identici, così pure i formati dei nomi di dominio, che erano stati  tutti registrati su il 4 agosto 2014 o 5 agosto 2014 e erano entrambi collegati da tre identici design di sito web.

Per tale motivo l’esperto ha accettato la richiesta, trattando in un unico procedimento le contestazioni e disponendo il trasferimento di tutti i nomi a dominio oggetto dello stesso.

Partendo quindi da una norma generica l’elaborazione giurisprudenziale di vari providers (nel caso sopra esaminato WIPO) ha portato ad ammettere, oltre la riunione di più procedimenti da più reclamanti avverso un unico resistente (nel caso vi sia una comune doglianza avverso il resistente o questi abbia tenuto un comportamento che lede entrambi reclamanti)  anche la possibilità di riunire più procedimenti  nei confronti di diversi registranti (nel caso in cui i nomi di dominio o siti web oggetto dei reclami siano soggetti ad un loro comune controllo).

E di tale orientamento sembra averne preso atto ICANN nell'elaborazione delle  successive regole per i nuovi gTLD (vedi in particolare la nuova URS Procedure (1.1.3: One Complaint is acceptable for multiple related companies against one Registrant, but only if the companies complaining are related. Multiple Registrants can be named in one Complaint only if it can be shown that they are in some way related). 

Anche per il  nostro ccTLD .it è prevista un’analoga procedura di trattazione riunita di più contestazioni.

In questo caso la norma è meno generica dato che l’art. 4.10 ultimo comma Regolamento Risoluzione Dispute prevede che “Il Collegio può disporre su richiesta di una delle parti la riunione di più procedure di riassegnazione pendenti innanzi al medesimo PSRD fra le stesse parti in relazione a diversi nomi a dominio”.

Applicando i principi generali del nostro ordinamento giuridico per l’interpretazione delle norme dovremmo riferirci al significato letterale della norma, in questo caso restrittivo.

Ma è ben nota la genesi di tali norme, mutuate da quelle UDRP, e spesso gli esperti italiani per interpretarle hanno attinto alla giurisprudenza in materia di UDRP.

Nella attesa che le nostre norme vengano aggiornate tenendo conto dell’evoluzione delle nuove regole predisposte da Icann, è da ritenersi che gli esperti italiani ben possano, come sempre fatto, decidere caso per caso, eventualmente aderendo a tali precedenti giurisprudenziali nel solco di quanto già accaduto.

Compito invece di colui al quale la tutela del marchio è affidata sarà quello di monitorare costantemente i database dei vari Registri dei nomi a dominio, a seconda del mercato di interesse, per intervenire immediatamente avviando le necessarie procedure per ottenere blocco e/o restituzione del nome a dominio registrato da terzi, onde evitare che il suo utilizzo danneggi economicamente o leda in qualsiasi altra maniera il soggetto che detiene il diritto legittimo all’uso dello stesso.

Stefano Monguzzi

[Riproduzione riservata] 

Apri
Navigazione
Indietro / Prev
Home
Chi Siamo +
Mediazione +
Cooling Off +
Dispute Domini .it +
Dispute Nuovi Domini
Formazione +
Novità
Contatto
Registrazione
Privacy
Cookie
Segnalazioni
COOLING OFF
Euro net Mediation Center
European Justice