Rivista di Diritto e Pratica della Risoluzione delle Controversie in materia di Proprietà Industriale
Anno 1 - Numero 0
Visualizza Articolo
Video-Inchiesta di Report sulla Mediazione
Milano, 8 ottobre 2013. Grande interesse e dibattito tra gli operatori (e non) della Mediazione ha suscitato la video-inchiesta della trasmissione televisiva 'Report' andata in onda ieri su Rai 3, alle 21:05 (clicca sulla freccia della notizia sulla Homepage per vedere il video), nell'ambito dell'analisi delle singole novità introdotte dal Decreto cosidetto del Fare, d'iniziativa del Governo Letta. La giornalista Claudia Di Pasquale ha svelato le note debolezze del sistema di formazione e dei controlli del Ministero (per carenza di personale) nell'accreditamento. Debolezze che hanno portato alla proliferazione di organismi di mediazione ed enti di formazione carenti sotto il proflio della qualità dei servizi offerti. L'inchiesta ha poi lasciato emergere la malcelata ostilità della classe forense a parole favorevole alla mediazione ma quella facoltativa e solo degli organismi di conciliazine forense. Il servizio si conclude con gli inevitabili conflitti d'interessi, presenti anche nel sistema pubblico e l'esistenza di sedicenti enti che tentano, ricorrendo a tecniche di comunicazione e marketing, di accreditarsi, in modo autoreferenziale, tra gli operatori del settore e i non addetti ai lavori quali enti esponenziali del settore della Mediazione. Le riflessioni finali della video-inchiesta concludono che l'istituto della Mediazione è positivo perché consentirebbe di evitare le lungaggini e i costi di un processo civile ma occorre lavorare sulla qualità del complessivo sistemaLuci e ombre quindi. Ed il settore pubblico non esente da opacità, come quello privato colpevole di sistema di accaparramento aggressivo degli utenti e dei professionisti coinvolti, a discapito della ricerca della imparzialità e professionalità dei mediatori, formatori e degli organismi di mediazione. Comunque una strada lunga da percorrere per far sì che i molti pessimi non offuschino i pochi buoni. Pierfrancesco C. Fasano [Riproduzione Riservata] 

Indietro/Chiudi
MFSD
COPERTINA