Rivista di Diritto e Pratica della Risoluzione delle Controversie in materia di Proprietà Industriale
Anno 1 - Numero 0
Visualizza Articolo
Le nostre Mediazioni, le riforme e il Giudice che non delega
Milano, 24 giugno 2014. MFSD è stato accreditato dal Ministero della Giustizia come Organismo di Mediazione nel luglio del 2012, adottando un regolamento ad hoc per le controversie in materia di proprietà industriale, e così scegliendo la non agevole via della specializzazione.

Il 2013 è trascorso presentando l'istituto ai professionisti del settore, in particolare ai Consulenti in Proprietà Industriale.

Nel 2014 abbiamo iniziato le presentazioni ai Dipartimenti di Proprietà Industriale delle imprese che gestiscono portafogli di diritti di proprietà intellettuale e il relativo contenzioso. Subito, all'inizio di quest'anno, si è compreso che l'iniziale curiosità per la Mediazione si è trasformata in convinta sperimentazione delle procedure, attesa la volontarietà dell'avvio e la sostanziale gratuità (48 € iva compresa) del primo incontro informativo.

I risultati positivi non sono tardati. A maggio MFSD ha gestito n. 4 procedure (vedi sezione Mediazione - sottosezione Procedure):

  • per valore, 2 indeterminabile, 2 fino 50 mila €; 
  • per il costo, in tutte e 4 il costo è stato fissato da MFSD, d'intesa con i rappresentanti e le parti, in deroga alle tariffe, collocandosi tra i 500 € e 2000 € per parte; per tipologia, 3 di carattere nazionale e 1 transnazionale (tra una impresa UK e 1 impresa italiana); 
  • per l'assistenza tecnica, 3 assistite da consulenti in proprietà industriale e 1 da un avvocato (in 2 le parti non erano assistite, nonostante la raccomandazione di MFSD); 
  • per l'esito, 2 non conciliate e 2 conciliate. Il grado di soddisfazione delle parti e dei mediatori rilevato da MFSD è alto.
Il primo incontro informativo è stato programmato come una vera e propria prima riunione di mediazione, nelle quali quando le parti partecipavano erano ben consapevoli dell'opportunità e dello svolgimento della procedura. Non è dato sapere se l'aumento delle procedure sia attribuibile allo stato della giustizia civile e alla complicazione procedurali, tra le quali, quella deroga alla competenza dei Tribunali delle Imprese (e quindi anche in materia di Proprietà Industriale), laddove l'attore o il convenuto sia un soggetto di diritto straniero, prevista dalla legge c.d. Destinazione Italia, che ha ristretto la competenza per territorio dai 21 agli 8 Tribunali, aumentando la confusione. Oppure se i costanti aumenti delle spese di giustizia e quelli indiretti connessi all'informatizzazione del processo costituiscano un deterrente all'accesso al Giudice. Così come la costante carenza di personale di cancelleria (o la riduzione degli orari di accesso alla Cancelleria) o di magistrati, il turn over, e i pensionamenti portano ad una dilatazione dei tempi stimati, spingendo i giudici a dire in udienza che una sentenza in 3/4 anni è un 'tempo accettabile'.

Fatto sta che l'insoddisfazione per lo stato della giustizia civile cresce e i continui esercizi di riforma anche dell'ultimo governo non aiuteranno a sempificare il panorama professionale e il servizio giustizia.

E allora è meglio vedere questo tipo di verbali d'udienza (foto MFSD) o incontrarsi una volta per parlarsi con l'aiuto dei propri legali e consulenti in proprietà industriale aiutati da un mediatore professionista per ricercare una soluzione alla lite anche su nuove basi commerciali ?

E perché, nonostante il legislatore, il Ministero della Giustizia e la prassi internazionale abbia indicato nella Mediazione delegata dal Giudice uno strumento non risolutivo ma effiace nell'alleggerire il carico della giustizia civile, i Tribunali non invitano le parti alla mediazione ?

Un interessante spunto di riflessione è il
Protocollo del Tribunale di Verona sul rapporto tra mediazione e processo civile (allegato), che fornisce indicazioni operative e condivise (tra magistrati e avvocati) su come e quando attivare una mediazione durante un processo. MFSD aveva presentato nel 2012 all'Osservatorio sulla Giustizia Civile della Corte d'Appello di Milano un documento analogo (vedi sezione Formazione - sotto sezione Materiali. Auspichiamo che diventi virale.

[Riproduzione Riservata] 

Indietro/Chiudi
MFSD
COPERTINA