MFSD
Risoluzione Stragiudiziale delle Controversie in materia di Proprietà Industriale
MFSD on You Tube
MFSD on Facebook
en_UK
8 Dicembre 2021
Login
Pass
Accedi
TARIFFE

ASSISTENZA NEL CALCOLO DEL VALORE DELLA CONTROVERSIA

Il valore della lite è indicato nella domanda di mediazione a norma del codice di procedura civile. MFSD offre alle parti e ai loro rappresentanti (ad es. Consulenti in Proprietà Industriale e Avvocati) un servizio gratuito di assistenza per individuare l'esatto e corretto valore della lite e il realtivo scaglione di riferimento per il calcolo dei costi della procedura. Per informazioni: +02 82 913 647.

L'attuale normativa prevede un primo incontro informativo programmatico gratuito e costi dell'intera procedura concordabili tra le parti e l'Organismo di Mediazione.
 
PRIMO INCONTRO

L'incontro preliminare informativo è una riunione, gratuita, riservata, dall'esito non vincolante, nella quale anche a distanza (via Skype o telefono) il Mediatore designato da MFSD (co-audiuvato dal Responsabile dell'Organismo in materia di determinazione dei costi in caso di eventuale avvio della procedura) è a disposizione delle parti e dei loro rappresentanti (consulenti in proprietà industriale o avvocati) per rispondere a domande sulla procedura di mediazione (es. tempi, costi e poteri del mediatore) e ad aiutare loro a valutare se vi siano le condizioni per avviare la mediazione.

PROCEDURA

Al termine del primo incontro gratuito, programmatico e informativo, se le parti sono d'accordo per avviare la procedura di mediazione, esse concorderanno con il mediatore e con MFSD (nella persona del Responsabile dell'Organismo di Mediazione) costi (forfettari o orari o a giornata) e tempi della procedura.

Pertanto, attesa di regola la natura volontaria della mediazione in proprietà industriale (salvi rari casi di mediazione obbligatoria o delegata dal giudice), oltre alle spese di avvio pari a 48 € (IVA compresa), le seguenti 
indennità per ciascuna parte in base al valore della lite qui di seguito indicate (e approvate dal Ministero della Giustizia) sono derogabili dalle parti con l'accordo di MFSD e del Mediatore designato:

fino a Euro 1.000: Euro 100 
da Euro 1.001 a Euro 5.000: Euro 300 
da Euro 5.001 a Euro 10.000: Euro 750 
da Euro 10.001 a Euro 25.000: Euro 1.750
da Euro 25.001 a Euro 50.000: Euro 3.750
da Euro 50.001 a Euro 250.000: Euro 8.000
da Euro 250.001 a Euro 500.000: Euro 15.000
da Euro 500.001 a Euro 2.500.000: Euro 20.000
da Euro 2.500.001 a Euro 5.000.000: Euro 30.000 
oltre Euro 5.000.000: Euro 40.000.

Qualora il valore della lite risulti indeterminato, indeterminabile, o vi sia una notevole divergenza tra le parti sulla stima, MFSD decide il valore di riferimento, sino al limite di € 250.000, pari a € 8.000 per ciascuna parte, e lo comunica alle parti, che potranno sempre concordare con MFSD e il mediatore designato un importo diverso. In ogni caso, se all'esito del procedimento di mediazione il valore risulta diverso da quello dichiarato dalle parti, l'importo dell'indennità è dovuto secondo il corrispondente sopraindicato scaglione di riferimento.

Le indennità includono gli onorari del mediatore e il corrispettivo di MFSD per l'attività di amministrazione della mediazione.

Dalle indennità sono esclusi:

  • gli onorari degli eventuali co-mediatori e consulenti tecnici d'ufficio nominati di comune accordo dalle parti (MFSD comunicherà alle parti e ai loro rappresentanti una stima dei costi di tali professionisti)
  • gli onorari dei rappresentanti professionali delle parti (es. Consulenti in Proprietà Industriale o Avvocati), l'assistenza dei quali è raccomandata da MFSD ma non è obbligatoria per legge (salvo il caso di mediazione delegata dal giudice o obbligatoria per espressa previsione di una clausola).

Tutti gli importi sono esclusi di IVA. Le parti in mediazione, residenti e/o domiciliate in uno dei Paesi dell'Unione Europea e titolari di un codice/partita IVA rilasciato dal proprio Paese, riceveranno da MFSD una fattura esente IVA.

Tali indennità sono state approvate dal Ministero della Giustizia e possono essere ridotte per accordo delle parti (preliminare all'avvio della procedura) o nei casi previsti dalla legge o accordati da MFSD qui di seguito meglio illustrati. 

RIDUZIONI

MFSD ridurrà gli importi delle indennità:

  • previo accordo (per una singola controversia ovvero per più controversie nell'ambito di accordo quadro) con gli avvocati o consulenti in proprietà industriale, con tutte le parti, con altri organismi di mediazione, centri di risoluzione delle controversie, associazioni di categoria, Ordini professionali, Tribunali delle Imprese o altri enti (per approfondire termini e condizioni di tali riduzioni, inviate una e-mail all'indirizzo responsabile@mfsd.it) 
  • del 50 % per le mediazioni attivate sulla base di una clausola o accordo o demandate dal Tribunale delle Imprese o dal Tribunale Civile per le controversie in materia di beni culturali e artistici
  • del 40 % per le mediazione introdotte da parti rappresentate da un avvocato o un consulente in proprietà industriale iscritto al relativo Ordine
  • per le controversie sui domini (registrati sotto qualsiasi estensione), MFSD applica, previo accordo di tutte le parti, alla parte istante e alla parte convenuta che aderisce € 384 ciascuno, a titolo di indennità. Se la mediazione ha successo e le parti sottoscrivono il verbale di conciliazione, le parti pagheranno a MFSD € 76 (un quinto (1/5) in più rispetto ai costi versati) e entrambe le parti godranno di un credito d'imposta di € 500: pertanto la mediazione sarà gratuita, grazie al credito d'imposta. Se la parte non aderisce, MFSD non restituirà alla parte istante le indennità e spese e la parte istante avrà attivato la mediazione per un importo modesto, grazie del credito d'imposta, salvo i costi di un eventuale consulente. Le indennità richieste da MFSD per una procedura di mediazione di una controvesia su un dominio s'intendono: per una procedura attivata on line e/o gestita senza l'incontro fisico tra le parti e il mediatore, e al netto dell'Iva.
Sono gratuite le mediazioni avviate nel corso di una procedura di riassegnazione di uno o più domini .it amministrata da MFSD, a condizione che:
  • l'istanza venga depositata on line e le comunicazioni avvengano via e-mail o pec, e
  • gli incontri vengano svolti a distanza (via web e/o telefono) 

L'esito negativo della mediazione non preclude la facoltà di chi ne ha interesse di avviare una procedura (anche di opposizione avanti il Registro .it) di riassegnazione avanti MFSD ovvero di rivolgersi ad un Giudice o Arbitro.

L'esito positivo è vincolante, in quanto il verbale di conciliazione costituisce titolo esecutivo:

  • se sottoscritto dagli avvocati delle parti ovvero 
  • se riconosciuto (cosiddetta omologazione) come tale dal Tribunale su richiesta della parte (anche senza l'assistenza di un avvocato) che ha interesse a far valere l'accordo.

EVENTUALI AUMENTI

La legge prevede anche eventuali aumenti delle indennità concordate tra le parti e MFSD, in caso di:

  • particolare importanza e complessità dell'oggetto, l'indennità può essere aumentata in misura non superiore a 1/5
  • formulazione della proposta, l'indennità verrà aumentata di 1/5
  • successo (conciliazione), l'aumento delle indennità non sarà superiore a 1/4.

AGEVOLAZIONI FISCALI

Alle parti che corrispondono l'indennità di mediazione presso gli organismi di mediazione autorizzati dal Ministero della Giustizia, come MFSD, è riconosciuto, in caso di successo della mediazione, un credito d'imposta fino a concorrenza di € 500 e, in caso di insuccesso della procedura, € 250. Nei modelli di dichiarazione dei redditi annuali troverete un apposito spazio per esporre l'agevolazione fiscale: ogni altro chiarimento potrà essere richiesto a MFSD o al vostro fiscalista. Il verbale di accordo è esente dall’imposta di registro sino alla concorrenza del valore di € 50.000.

MEDIAZIONE E TRIBUNALE: COSTI E DURATA A CONFRONTO

Nella mediazione le parti e i loro rappresentanti hanno il controllo dei costi, dei tempi e dell'esito della procedura. A titolo esemplificativo, i costi di una causa di valore indeterminabile (la più frequente nella Proprietà Industriale) avanti i Tribunali (Sezione Specializzata in materia di Impresa) sono superiori a quelli di una mediazione: ad esempio il solo costo del contributo unificato è pari a 1.036 €, a questi dovranno aggiungersi quelli legali e tecnici (consulenti tecnici nominati dal giudice e dalle parti) e quelli di traduzione. A ciò, si aggiungano anche i tempi, che per una causa sono superiori ai 3 mesi previsti dalla legge per una mediazione. Costi e tempi sono imprevedibili se la controversia ha carattere internazionale. Le parti possono decidere di abbandonare la mediazione o raggiungere una conciliazione in qualunque momento, così controllandone l'esito. Anche la legge (decreto n. 55/2014 sui parametri per la liquidazione da parte del Giudice dei compensi degli avvocati) valorizza le soluzioni alternative al giudizio, prevedendo che quando la controversia si conclude con una transazione (e quindi anche avanti un organismo di mediazione) il compenso del legale è aumentato di un 1/4 rispetto a quello liquidato per la fase decisionale, fermo quanto maturato per l'attività precedentemente svolta. 

TEMPI DI PAGAMENTO

Le indennità di mediazione sono corrisposte, dopo il primo incontro informativo gratuito, ma prima dell'inizio del primo incontro di avvio della mediazione in misura non inferiore alla metà (le spese tutte) a quella concordata e MFSD chiede che vengano corrisposte per intero prima del rilascio del verbale (di conciliazione o mancato accordo). Poichè MFSD non opera, di regola, nelle materie per le quali è prevista l'obbligatorietà della mediazione, MFSD e il mediatore possono rifiutarsi di svolgere la mediazione e quindi il mediatore potrà estinguere la procedura se le parti non hanno corrisposto le indennità nei tempi e nella misura richiesti da MFSD.

© Riproduzione riservata 

MODALITA' DI PAGAMENTO

Le spese dovranno essere pagate con bonifico, alla consegna o invio via e-mail o pec della istanza di mediazione (che è una richiesta di incontro preliminare informativo) e della memoria della parte invitata (eventuale adesione all'incontro).

I pagamenti effettuati con assegno o in contanti non saranno accettati. Gli assegni saranno restituiti al mittente.

Tutte le commissioni bancarie, le spese di invio dei costi di procedura o documenti o ogni altro importo che venga sostenuto in occasione di un pagamento a MFSD sarà a carico della parte che effettua tale pagamento.  

Qui di seguito le coordinate bancarie:

Beneficiario: MFSD Srl
Banca: Banca Nazionale del Lavoro SpA
Agenzia: Palazzo di Giustizia di Milano
IBAN: IT79E0100501773000000008641
BIC SWIFT (Sepa): BNLIITRRXXX

Codice SDI: KRRH6B9

Nella causale indicare: nome istante/nome invitato

Ultima modifica: 16.01.20, ore 13:22 

Home
Chi Siamo +
Mediazione +
Normativa
Organismo
Moduli
Mediatori
Esperti
Procedure
Tariffe
Modelli di Clausole
Giurisprudenza
Marchi
Brevetti
Invenzioni dei Dipendenti
Modelli / Disegni
Indicazioni Geografiche
Diritto d'Autore
Pubblicità
Domini
Segreti Aziendali
Antitrust
Concorrenza Sleale
Beni Artistici e Culturali
Cooling Off +
Dispute Domini .it +
Dispute Nuovi Domini
Formazione +
Novità
Contatto
Registrazione
Privacy
Cookie
Segnalazioni
COOLING OFF
Euro net Mediation Center
European Justice