Rivista di Diritto e Pratica della Risoluzione delle Controversie in materia di Proprietà Industriale
Anno 1 - Numero 0
Visualizza Articolo
51° ICANN Meeting. Los Angeles è la Città degli Angeli.
Los Angeles, 16 ottobre 2014. Contrariamente alla credenza popolare secondo la quale il nome originale di Los Angeles era El Pueblo de Nuestra Senora La Reina de Los Angeles de Porciuncula (La Città di Nostra Signora Regina degli Angeli di Porciuncula), gli studiosi hanno accertato invece da documenti ufficiali del governatore Felipe de Neve, comandante Generale de la Croix e Viceré Bucareli, che l'insediamento è stato semplicemente nominato El Pueblo de la Reina de Los Angeles (la Città della Regina degli Angeli). Di qui sembrerebbe derivato l'appellativo 'Città degli Angeli'. Ma come ha vissuto e cos'è stata Los Angeles, come la chiamano LA, per il 51° ICANN Meeting e per MFSD ? Tempo soleggiato, tipico californiano, frizzante al mattino e caldo ventilato nel pomeriggio, il Meeting contava oltre 3000 partipanti da oltre 100 Paesi, rappresentanti dei governi, delle major di Internet, di operatori del settore (Registries, Registrars, Re-sellers, etc.). Oggetto principale e trasversale è la cosidetta transition, e cioè il passaggio della governance di Internet dall'Internet Corporation for Assigned Numbers and Names (ICANN) a guida americana (ICANN, come è noto, è una no-profit corporation di diritto californiano) ad una gestione più condivisa con altri Stati, ma sempre salvaguardando l'approccio cosidetto multistakeholder (cioé che tenga conto degli interessi di tutti indistintamente, a nulla rilevando le dimensioni economiche e sociali) e bottom-up (il processo di formazione delle regole e delle decisioni deve partire dal basso, dalle esigenze delle singole comunità interessate). La discussione nelle decine di riunioni è stata incentrata su quella che è chiamata l'accountabilitynel campo della govenance dell'Internet, si riferisce all'obbligo per l'ICANN di rendere conto delle proprie decisioni e di essere responsabile per i risultati conseguiti rispetto alle richieste di tutta la comunità mondiale. Un argomento affascinante e complesso, che vedrà impegnati tutti gli Stati e i vari interessati nella definizione di cosa s'intende ma anche delle modalità per ottenere l'altra faccia della medaglia, e cioé la trasparency. Meglio di noi, sintetizza i risultati e le prospettive del meeting il CEO e Presidente di ICANN nell'intervista finale (video). MFSD ha continuato a contribuire alla discussione sulle policies and rules in tema di risoluzione delle controversie sui domini, in particolare sui nuovi domini generici (oltre 1400 ad oggi). E sul punto, Vi ricordiamo che il 4 dicembre a Milano è organizzato un corso, proprio sul tema dell'interessante procedura d'urgenza per la sospensione dei nuovi domini generici: per maggiori info, leggete l'articolo qui affianco. Ma MFSD ha anche incontrato i numerosi Registri privati presenti, quelli che hanno ricevuto dall'ICANN l'autorizzazione a vendere i nuovi domini, i registrars, quelli che rivendono a livello nazionale tali domini, ha interagito con i funzionari su aspetti tecnici e rappresentato gli interessi di enti governativi e intergovernativi interessati ad essere presenti nel mondo digitale o migliorare la propria presenza. Risultati ? Non sappiamo. Possiamo solo dire che, come cantavano i Red Hot Chilli Peppers in Under The Bridge: '… sometimes I feel like I don’t have a partner. Sometimes I feel like my only friend is the city I live in, the city of angels' (video). Allora, alla prossima. Ah ! Dimenticavamo, la prossima è Marrakech ... [Riproduzione riservata]

Indietro/Chiudi
MFSD
COPERTINA